mercoledì 9 novembre 2011

Condividere ancora da Google Reader


Molti, come me, da anni usano Google Reader come "centrale di comando" per rimanere aggiornati leggendo i feed da decine di siti web, blog e fonti le più varie, per poi condividere le letture più interessanti su Twitter, Facebook o semplicemente nello streaming degli "shared" che ormai Google, con la nuova versione di Reader ha ucciso.

E con essa non esistono più i "likes", i commenti agli elementi condivisi dei nostri amici, insomma è morto il Reader sociale. Anni di solidità stupidamente sacrificati alla nuova improbabile creatura di Google: Plus.

Sebbene abbiano per fortuna lasciato intatto il servizio "Send to" dei singoli elementi, che è possibile dunque condividere ancora su Twitter, Facebook e altri servizi customizzabili (ecco come in un vecchio ma efficace articolo how-to di Lifehacker), possiamo ancora ripristinare lo stream dei condivisi da Reader.

Grazie al fantastico servizio web ifttt è infatti possibile, semplicemente "starring" gli elementi di Reader, inviarli alla nostra collezione pubblica dell'altrettanto prezioso servizio di social bookmarking Delicious. A questo link potete raggiungere il task che ho creato su ifttt.

In maniera analoga - con qualche piccola differenza - è possibile anche creare un task per inviare items opportunamente taggati, sempre da Reader ai nostri bookmark privati di Delicious.
Con buona pace di Google Plus.

domenica 2 ottobre 2011

Non sai che fare stasera? Sagre e feste in Puglia!


D'estate la sera, dopo una giornata di mare non sai cosa fare, hai voglia di sapere cosa bolle in pentola in una delle tante sagre paesane, ma è difficile in poco tempo capire che opportunità hai intorno.

E allora anche se hai una copia di quiSalento, così sui due piedi non sai se Cannole è troppo distante per la Festa della municeddha o quella delle "fiche" a Diso. Ma da oggi c'è la mia mappa, creata con Yahoo Pipes, che si autoaggiorna di mese in mese, di anno in anno sfruttando il feed regionale del sito web Sagre in Italia... ed è valida per le 4 stagioni.

Ah, e c'è anche un canale Twitter che ho creato sfruttando le stesse notizie @PugliaSagre

"Vieni a ballare in Puglia Puglia Puglia..."

sabato 30 luglio 2011

Un sito web non ha feed? Vi spiego come crearlo...

Io vivo di feed RSSmi nutro di notizie da decine e decine di blog e siti web, che consumo avidamente da Google Reader e sul mio iPhone con RSS Flash g, la migliore tra le "app" sul mio GS2 soprattutto con gReader.

Il vantaggio di usare un aggregatore RSS come Google Reader per poter rimanere sempre aggiornati è enorme. Anzichè farvi il giro di tutti i siti e i blog che visitate abitualmente, avete un luogo nel quale potete leggere tutte le notizie, come fosse un'edicola, e approfondire solo quelle che vi interessano. Un risparmio di tempo enorme!

Spesso però mi imbatto in siti web i cui amministratori non pensano a dotarli di un feed che consenta agli utenti di rimanere aggiornati. Penso ad esempio ai siti di Comuni e enti pubblici, che spesso pubblicano eventi, bandi, e altre notizie.

Bitritto - il piccolo Comune vicino Bari nel quale risiedo - è estremamente attivo e vivace, organizza molto spesso feste, concerti ed eventi culturali, e ha un sito web abbastanza ben fatto. Ma non è purtroppo dotato di un feed RSS per i suoi aggiornamenti.

Per fortuna esiste un servizio web che risolve il problema... FeedityCon esso è possibile, in pochi passi, creare automaticamente un feed RSS per qualunque pagina web. Questo è il risultato per il Comune di Bitritto.

Feedity

Se poi la pagina web ha una struttura complicata, e il risultato che Feedly dà automaticamente non ci soddisfa, è possibile impostare l'inizio e fine di ogni elemento che dovrà contenere il feed nella sezione "Refine", quando lo si crea.